Il mio lavoro è un laboratorio di progetti, evolve di continuo.

Amo la scenografia che è messa in evidenza dai vuoti, più che dai pieni, non si tratta né di rigore né di austerità, ma della ricerca di linee pure che conducano verso emozioni di compiutezza e serenità.

Nessun lusso ostentato, né decorazione gratuita: lo spazio è plasmato sulla precisione dei volumi, il controllo della luce, l’attenzione al dettaglio.

Lo stile nasce dall’armonia dei materiali, dei colori e delle forme, da un codice estetico teso al bello ed alla funzionalità, senza trascurare l’originalità e la fantasia.

Oggi, più che mai, abbiamo bisogno di sogni, ecco allora che ogni architettura, ogni spazio, ogni oggetto è pensato come un invito ad un viaggio in un universo unico, con la stessa determinazione e passione nel realizzare un progetto di design che un grande progetto di architettura.